Profile Photo

Antonello Perillo


Caporedattore Centrale Responsabile TGR RAI della Campania.
Giornalista professionista dal 1988

Ama la famiglia, i libri, i dischi (rock, pop, jazz e new age), i film (su tutti "Blade runner"), Capri e il calcio

Filosofo (o giudice?) mancato

Tifa per Napoli e per il Napoli

Chi sono

Antonello Paolo Perillo (Napoli, 29 giugno 1961) è un giornalista italiano.

Dal 18 febbraio 2013 è il Caporedattore Centrale Responsabile alla guida della TGR RAI della Campania.

È stato, il 28 marzo del 1999, il primo conduttore televisivo italiano a trasmettere in diretta nazionale da uno “studio virtuale”, quello del Tg3 Neapolis.

Dal gennaio 2017 è il curatore della rubrica nazionale della Tgr “Mezzogiorno Italia”, racconto del Sud, in onda il sabato su RaiTre alle 13:25.

Carriera

1623749_10202633480751234_1121028507_nGiornalista professionista dal 1988, ha mosso i primi passi giornalistici nelle redazioni dell’agenzia di stampa Rotopress, del settimanale Napoli Oggi e del quotidiano Il Giornale di Napoli.

Già direttore dei servizi giornalistici dell’emittente televisiva “Canale Otto”, ex collaboratore di varie testate nazionali (tra le quali i quotidiani Il Tempo e Il Mattino) nel 1992 ha vinto il primo premio nazionale culturale “Grimaldi Ausonia” per il settore radiotelevisivo, grazie ad una serie di reportage effettuati all’estero.

Entrato in RAI nel 1992, è conduttore del Tg Campania ed ha condotto da studio per diversi anni le edizioni mattutine del TG1 e del TG2 prodotte dalla redazione di Napoli, nonché, per sette edizioni, la trasmissione Neapolis, rubrica nazionale pomeridiana di Rai 3 dedicata alla promozione delle nuove tecnologie.

Dal 18 febbraio 2013 è il Caporedattore Centrale Responsabile alla guida della TGR RAI della Campania.

In precedenza era stato nominato Caposervizio (aprile 2004) e vice Caporedattore (gennaio 2006), Caporedattore (1 maggio 2012) della TGR RAI della Campania.

Nel settembre 2006 ha presieduto il concorso letterario per ragazzi “Amici della vita” istituito dall’associazione culturale Tam Tam Brasile.

Già consigliere regionale della Campania dell’Unione Stampa Sportiva Italiana, è tra i soci fondatori dell’Associazione Giornalisti Politici della Campania, nella quale ricopre dall’aprile del 2007 l’incarico di Vice Presidente.

Nell’aprile 2008 ha lanciato con il figlio Luca per pura passione un blog dedicato al calcio, intitolato www.azzurrissimo.it, che fa seguito al portale dedicato alle famiglie italiane ed intitolato www.retedoc.it.

Nel marzo 2001 ha fondato il blog www.azzurrissima.it, dedicato alla città di Napoli.

Dal maggio 2010 al maggio 2013 è stato consigliere regionale dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, ricoprendo il ruolo di responsabile della Comunicazione e dei New Media.

Ideatore del Premio Giornalistico Nazionale “Roberto Ciuni” organizzato dall’Ordine dei Giornalisti della Campania e dalla Fondazione Capri.

E’ componente delle giurie del premio letterario intitolato alla memoria del Cardinale Michele Giordano e del Concorso di scrittura creativa “Inchiostro Digitale” promosso dall’Università Federico II di Napoli e dalla Rivista Ateneapoli.

Dal 18 febbraio 2013 è alla guida della Testata Giornalistica Regionale Rai della Campania quale Caporedattore Centrale.

Dal gennaio 2017 è il curatore della rubrica nazionale della Tgr “Mezzogiorno Italia”, racconto del Sud, in onda il sabato su RaiTre alle 13:25.

Curatore dello Speciale Tgr “Illuminare le Periferie” realizzato in collaborazione con Rai per il Sociale, trasmesso a diffusione nazionale su RaiTre il 19 giugno 2021 e presentato al Festival del Sociale della Rai a Spoleto.

Premi

Autore di saggi e inchieste, Antonello Perillo nel settembre 2005 ha ricevuto una menzione speciale al Premio “Elsa Morante – Il mondo salvato dai ragazzini”, giuria presieduta dallo scrittore Marcello D’Orta, per il libro “L’isola che c’è. Capri raccontata ai ragazzi”, edizioni La Conchiglia.

Sempre nel 2005 è stato tra i vincitori del premio “Malafemmena” settore giornalismo.

Nel luglio 2006 si è aggiudicato il Premio “Penisola Sorrentina – Arturo Esposito” sezione Silvestro Amore” per il Giornalismo e la Letteratura.

Nell’agosto 2006 ha vinto il premio “Isola dei bambini” istituito dall’assessorato alla Cultura del comune di Buonalbergo.

Nel gennaio 2007 ha ricevuto il premio Provensannio, per il libro “L’isola che c’e’”, istituito dal comune di San Marco dei Cavoti ed ha composto i commenti alle favole di Basile per il volume “La Gatta Cenerentola e le altre” a cura dell’artista Maria Rita De Fraia, con prefazione del professor Francesco D’Episcopo.

Nel giugno 2009 è stato conferito a Mariglianella (Napoli) del Premio Gallo d’Oro per l’impegno dalla parte della legalità per i servizi della Tgr Campania.

Nel maggio 2010 ha ricevuto a Napoli il Premio Totò 2010 per il giornalismo sportivo.

Nel maggio 2013 è stato insignito del Premio Orchidea d’Argento istituito dal Comune di Sassano (Sa).

Nel settembre del 2013 gli sono stati conferiti il Premio Aragonese a Lacco Ameno (Na), il Premio Nicolardi a Napoli ed il riconoscimento alla carriera nell’ambito del Premio Labore Civitatis a Santa Maria Capua Vetere (Ce).

Il 16 novembre 2013 ha ricevuto nel teatro dell’Accademia Aeronautica Militare di Pozzuoli il Premio Nazionale Arycanda per l’impegno nella propria professione e per il coraggio nella cronaca giornalistica.

Il 10 dicembre 2013 gli è stato consegnato a Roma in Campidoglio il Premio Personalità Europea 2013 per il settore giornalismo.

Nel gennaio 2014 è stato insignito di una stella al merito per la “buona comunicazione” dallo storico circolo sportivo Canottieri Napoli.

L’8 maggio 2014 ha ricevuto a Napoli, Teatro Mediterraneo, il Premio Buona Sanità per l’informazione.

Nel luglio 2014 vincitore del Premio Giornalistico Lamont Young.

Nell’ottobre 2014 è tra i vincitori del Premio Nazionale di Giornalismo Balena Bianca.

Il 24 novembre 2014 ha ricevuto al Teatro San Carlo il Premio Napoli C’è per l’informazione volta alla valorizzazione dei beni artistici e culturali di Napoli e della Campania.

Il 3 dicembre 2014 gli è stato consegnato al Teatro Sannazaro di Napoli il Premio Arcobaleno Napoletano destinato alle eccellenze partenopee.

Il 23 dicembre 2014 ha ricevuto il Premio Ambasciatore del Sorriso 2014 promosso al Maschio Angioino di Napoli dall’associazione Vesuvius.

Nel settembre 2015 è insignito dell’Oscar Green 2015 promosso dalla Coldiretti Campania per l’impegno della Tgr Campania della Rai nel raccontare le eccellenze produttive del territorio campano.

Il 10 ottobre 2015 gli è stato consegnato il Premio di Giornalismo “Carlo Nazzaro” promosso dal comune di Chiusano San Domenico (Av).

Il 26 novembre 2015 gli viene consegnato il Delfino d’Argento dall’associazione italiana a sostegno dello sport Bluduemila.

Il 24 febbraio 2016 ha ricevuto nell’Auditorium di Scampa il Premio “Antonio Landieri” per l’impegno dedicato nel ricordo delle vittime innocenti di camorra.

Il 18 aprile 2016 gli è stato conferito il Premio Napoli per l’eccellenza Civicrazia 2016 con medaglia del Presidente della Repubblica.

L’1 luglio 2016 è stato insignito del Premio intitolato al magistrato Aniello Ambrosio per impegno dalla parte della legalità.

Il 4 dicembre 2017 ha ricevuto il Premio Cosimo Fanzago.

Nel marzo del 2018 è stato insignito, per l’impegno con la Tgr Campania nella lotta per la legalità, del Premio Internazionale Rosario Livatino.

Nel giugno del 2019 si è aggiudicato il Premio Internazionale Ischia di Giornalismo.

Nell’ottobre del 2020 ha vinto il Premio Nazionale Cimitile sezione Giornalismo “Antonio Ravel”.

Nel luglio 2021 Premio Posillipo per il Giornalismo.

Ad agosto 2021 è stato insignito con lo scrittore Maurizio De Giovanni del Premio Salvatore Di Giacomo, promosso dal comune di Massa Lubrense per l’impegno profuso nel promuovere la cultura napoletana.

Libri

Autore del libro L’isola che c’è. Capri raccontata ai ragazzi edizioni La Conchiglia, 2004.

Nel 2012 scrive il libro Cuore Azzurro, il Napoli dalla C alla Champions, edizioni Centoautori.

Nel 2015 un suo racconto è pubblicato nel libro Un giorno all’improvviso, edizioni Rogiosi.